Sempre più spesso si sente parlare di prodotti biologici le cui caratteristiche vengono sottolineate per certificarne la salubrità e la maggior qualità.
Si tratta di una parola a volte un po’ abusata e talvolta un po’ fraintesa.
Cosa significa quindi in realtà prodotto biologico e cosa significa produrre alimenti biologici?

Un prodotto è definito biologico quando è stato ottenuto solamente con gli elementi messi a disposizione dalla natura, senza l’utilizzo di fattori esterni al mondo naturale. In particolare i cibi biologici vedono la totale assenza nel loro ciclo di produzione di prodotti chimici sintetici, OGM (organismi geneticamente modificati) e pesticidi.
Tutte le tecniche usate per la produzione sono improntate al pieno rispetto degli risorse naturali e degli elementi e organismi che ne fanno parte.

Utilizzare questi prodotti fa davvero meglio alla nostro salute?
I prodotti biologici hanno quantità più alte di principi nutritivi, non contengono grassi idrogenati e zuccheri raffinati o altri residui di sostanze sintetiche.
I prodotti biologici non contengono coloranti, conservanti o altri additivi di origine chimica inoltre, se trasformati, sono sempre ottenuti con materie prime prodotte da agricoltura biologica.

Il metodo di produzione è regolamentato a livello internazionale, europeo e nazionale sia sul piano legislativo sia su base volontaria.
A livello internazionale si fa riferimento alle linee guida dell’IFOAM (International Federation of Organic Agricolture Movements), mentre in Europa il ciclo di produzione biologica è normato dai Regolamenti (CE) 834/07, 889/08 e 271/10; il controllo è affidato ad organismi riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura.

Produrre alimenti bio significa quindi attenersi ad una serie di nome improntate al rispetto delle risorse naturali e dell’ambiente prestando particolari cure e attenzioni verso il ciclo naturale della vita favorendo una gestione razionale delle risorse interne di un’azienda e salvaguardando l’agro-ecosistema in tutti i suoi aspetti, compresa la biodiversità.

Il modello biologico è sempre più in crescita negli ultimi anni e rappresenta un elemento di grande importanza verso la lotta al cambiamento climatico e alle conseguenze che comporta.
Le risorse della natura vengono messe al centro, rispettate e valorizzate.

Quali sono i principali alimenti bio e quali sono le loro caratteristiche fondamentali?

I cibi biologici sono ormai largamente utilizzati da tutti noi e sono frequentemente presenti sulle nostre tavole.

Frutta e verdura: è bio la frutta e verdura completamente priva di OGM e che è stata prodotta rispettando la stagionalità. Non ha coloranti, conservanti o additivi per velocizzarne il ciclo.
Carne: è prodotta esclusivamente mediante allevamento all’aria aperta dove gli animali sono nutrititi con mangimi di origine unicamente biologica, senza additivi e conservanti.
Latte e uova: sono prodotti tramite l’allevamento biologico di animali allevati a terra con mangimi naturali liberi da antibiotici o additivi.

Come accertarsi se un prodotto è veramente biologico?

E’ necessario leggere l’etichetta. I prodotti di origine biologica per almeno il 95% devono essere dotati del logo europeo specifico, l’”euro foglia” (una foglia verde con delle stelline). E’ facoltativo se il prodotto ha le caratteristiche corrette ma proviene al difuori della UE, mentre ne è vietato l’utilizzo se la percentuale di biologicità è inferiore al 95%.

Uni Secur offre tra i suoi servizi la consulenza per l’applicazione degli standard alimentari richiesti dalle normative e per il controllo igienico, secondo il metodo H..A.C.C.P., nella filiera produttiva degli alimenti.

 

i prodotti biologici

Vuoi saperne di più? Scrivici

Privacy Policy