L’art. 115 del D.ls 81/2008 fa riferimento specifico ai sistemi di protezione individuale dal rischio di caduta nei lavori in quota.

Ulteriori informazioni molto precise e specifiche riguardo la classificazione, la scelta, il montaggio e la manutenzione di questi tipi di sistemi di protezione si possono trovare nei quaderni tecnici per i cantieri temporanei o mobili, compilati, e di recente aggiornati dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici dell’Inail.

I 4 punti fondamentali di cui tratta questo testo riguardano:

  – 1. Sistemi di salvataggio e di accesso alla fune

Nel Testo si sottolinea che un sistema di accesso a fune è un sistema di protezione che consente al lavoratore di raggiungere e lasciare il luogo di lavoro sotto tensione o in sospensione per poter eludere la caduta o fermarla.

Le caratteristiche fondamentali di tale sistema sono:

  • consente l’accesso al luogo di lavoro in tensione o sospensione
  • impedisce o ferma la caduta
  • consente al lavoratore di muoversi in posizioni ‘diverse’
  • si applica con un punto di attacco basso sull’imbracatura
  • comprende due funi: una di lavoro e una di sicurezza separate tra di loro
  • può essere usato per il posizionamento sul lavoro

Il sistema di salvataggio invece:

– evita la caduta sia della persona salvata che del soccorritore

– consente di alzare o abbassare la persona coinvolta nell’incidente in posto protetto

  – 2.  La marcatura e la scelta del sistema

Il documento riporta anche delle informazioni sul tipo di marcatura con cui i dispositivi di protezione devono essere contrassegnati

In particolare:

  • marcatura ce
  • nominativo di chi ha fabbricato
  • numero dell’organismo notificato
  • nome del prodotto
  • tipologia e modello
  • il numero di serie o un altro sistema di tracciabilità
  • Norma di riferimento e anno

  – 3.  Indicazioni per il montaggio e smontaggio

Prima del montaggio di un sistema di protezione personale per prevenire le cadute bisogna verificare:

  • idoneità della struttura di ancoraggio e condizione della superficie del luogo di lavoro
  • le condizioni metereologiche
  • l’applicabilità della procedura e dei metodi di montaggio e idoneità dei dispositivi di ancoraggio per il previsto uso
  • integrità di tutti gli elementi che costituiscono ilo sistema di protezione

prima dello smontaggio poi è necessario monitorare:

  • le condizioni della superficie di lavoro, le condizioni atmosferiche e l’adottabilità delle procedura e delle istruzioni di assemblaggio.

Dopo lo smontaggio deve essere verificata:

  • l’integrità di tutti gli elementi e l’assenza di a danni e malformazioni
  • la corretta movimentazione dei corsi mobili
  • l’efficienza dei dispositivi di sblocco e blocco

4Indicazioni essenziali per la manutenzione:

Devono essere tenute presenti alcune istruzioni fondamentali effettuate da parte di personale qualificato per la manutenzione del sistema che prevede la verifica di: funi, cinghie, nastri – assorbitore energia – danni a componenti metallici e saldature – stato delle parti mobili e periodo di servizio.

 

Uni Secur offre un servizio di consulenza e formazione in ogni ambito della sicurezza delle persone impiegate in qualsiasi tipo di ambiente lavorativo.

Vuoi saperne di più? Scrivici

Privacy Policy